Stress @ workplace

In collaborazione con Stremble Ventures ltd. stiamo conducendo un’indagine che mira a far luce sulla natura del disagio e sulle strategie anti-stress implementate in diversi settori industriali. Per questo motivo, stiamo raccogliendo dati sui livelli di depressione, ansia e stress nei lavoratori del settore finanziario (bancari e auditor), operatori sanitari (e in particolare personale infermieristico) e operatori della sicurezza (vigili del fuoco e polizia).

Lo studio fa parte di un progetto più ampio che mira a:

  • sensibilizzare sull’importanza di promuovere il benessere sul posto di lavoro,
  • identificare interventi economicamente vantaggiosi e la cui efficacia è basati sull’evidenza scientifica,
  • facilitare l’attuazione di programmi su misura che migliorino la salute mentale e fisica al lavoro e ne valutino l’impatto a livello individuale e di organizzazione

La crisi economica globale degli ultimi decenni ha causato importanti cambiamenti, con conseguenti ristrutturazioni organizzative, aumento del carico di lavoro e dell’orario, aumento dei contratti a tempo determinato e insicurezza del lavoro. Tale nuova realtà ha creato importanti fattori di stress, portando a mancanza di soddisfazione sul lavoro, burnout e stati emotivi negativi come stress, ansia o sintomi depressivi, con un impatto negativo sulla salute fisica e mentale dell’individuo. Di conseguenza, le aziende soffrono di elevato assenteismo e diminuzione di efficienza e produttività, mentre i sistemi sanitari sono sopraffatti dalla richiesta di assistenza.

La Comunità europea ha emanato legislazioni che impongono ai datori di lavoro il “dovere di garantire la sicurezza della salute dei lavoratori in ogni aspetto relativo al lavoro” (Direttiva quadro UE -89 / 391 / CEE). Tuttavia, la maggior parte delle aziende non implementa piani per promuovere la salute sul posto di lavoro a causa di diverse sfide. Un’analisi SWOT effettuata in 11 Paesi europei (wellbeing.eu) indica gli maggiori ostacoli alla promozione del benessere sul luogo di lavoro che devono essere superati:

  • La legislazione e altri regolamenti sono troppo imprecisi e non sono (sufficientemente) implementati
  • Mancanza di procedure di valutazione basate sull’evidenza e linee guida di intervento
  • Insufficienti risorse finanziarie, in particolare per le piccole medie imprese
  • La rilevanza dello stress mentale correlato al lavoro non è stata interiorizzata nella percezione delle aziende e i datori di lavoro sono principalmente concentrati sul miglioramento della produttività
  • Management non sufficiente formato

Per maggiori informazioni

Share This